Sala d’attesa in Pronto Soccorso

Azienda USL Toscana Centro

Pronto Soccorso dell’AOU Careggi

Spazio Sensoriale

Progettazione, Allestimento e Fornitura prodotti

Toscana

Firenze

Una sala d'attesa multisensoriale per ridurre lo stress del Pronto Soccorso

Le persone con Disturbo dello Spettro Autistico e con disabilità intellettiva presentano spesso alti livelli di disagio e stress durante l’attesa al Pronto Soccorso, a causa della loro elevata sensibilità sensoriale, dell’ansia rispetto alle novità e all’imprevedibilità, e soprattutto delle difficoltà di comunicazione e autoregolamentazione. Questo progetto cerca di dare risposta a queste particolari esigenze attraverso un ambiente di attesa autism-friendly, che riduca il disagio in questi momenti di emergenza e sofferenza. L’ambiente ospedaliero ha una notevole influenza sia sui pazienti, in termini di riduzione dello stress, efficacia e velocità dell’intervento terapeutico, ma anche sugli operatori sanitari ed il loro lavoro, con un profondo impatto sulla salute ed il benessere della persona.

La Ricerca

Il progetto per il Pronto Soccorso di Careggi a Firenze nasce da una collaborazione tra l’Azienda Universitario Ospedaliera di Careggi, il Centro per l’Autismo P.A.M.A.P.I., e la startup innovativa DU IT, attraverso un processo di ricerca interdisciplinare, centrato sui legami tra le caratteristiche spaziali e lo stato clinico delle persone con ASD.

Lo Spazio Sensoriale

L’ambiente multisensoriale del Pronto Soccorso é uno spazio dove accogliere gli utenti e migliorare il momento dell’attesa ospedaliera, attraverso relax ed integrazione sensoriale. E’ uno spazio protetto e contenitivo, grazie anche alla forma curvilinea che avvolge l’utente e lo accoglie in un luogo che non sia istituzionale e respingente, ma rassicuri e garantisca prevedibilità e comprensione attraverso un disegno chiaro degli spazi. Un particolare sistema tecnologico permette di comunicare in modo semplificato attraverso immagini, sia per la determinazione dei bisogni primari, che per rendere l’ambiente flessibile alle esigenze della singola persona. Questo sistema sarà di supporto alle scelte e all’autodeterminazione, consentendo di adattare lo spazio in base alle richieste specifiche dell’utente e alle preferenze sensoriali, soprattutto in casi di ipo e ipersensorialità. Attraverso un semplice ipad é possibile scegliere immagini personalizzate, colori, musica, aromi, video, ecc.. compiendo azioni di benessere. È possibile rilassarsi su Cocoon, la poltrona dell’abbraccio, godendo dei bagni di luce, o stendendosi sulla pedana vibrante, per una stimolazione tattile e sonora; giocare ed interagire con i cuscini nell’angolo morbido, auto-costruendo una nicchia di relax personalizzata dove immergersi negli scenari scelti. Tutte queste caratteristiche possono essere di supporto ad una migliore autoregolazione e riduzione dei problemi comportamento, migliorando l’accessibilità, la sicurezza e la qualità degli ambienti di cura.

Condividi il Progetto

Raccontaci la tua idea

DU IT può aiutarti a creare spazi adatti a te e alle tue specifiche esigenze.