DUIT | VIBRAZIONI SONORE SOTTO LE STELLE
Un ambiente ovale, rassicurante e avvolgente, che ricorda l’utero materno, dove lasciarsi andare e rilassarsi sdraiandosi sotto un cielo blu, colore del relax per eccellenza, contornato da morbidi cirri di nuvole. Il pavimento in legno vibra come un’enorme cassa armonica, in base alla musica o ai video trasmessi, producendo stimolazioni tattili . La videoproiezione, con immagini personalizzate riattiva un pensiero felice, mentre la parete d’acqua permette d’interagire attraverso il cambiamento dei colori e il movimento delle bolle d’aria. La hug armchair simula un abbraccio rassicurante e contenitivo.
abbattimento stress, autism, autismo, duitfor, sensory design, sensory room, spazi sensoriali, stanza sensoriale
151
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-151,ajax_updown_fade,page_not_loaded,, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,qode-theme-ver-7.7,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Dentro le vibrazioni sonore

PAMAPI (Centro Abilitativo per Disturbi di Spettro Autistico)

Category
Associazioni e Onlus
Tags
abbattimento stress, autism, autismo, duitfor, sensory design, sensory room, spazi sensoriali, stanza sensoriale
About This Project

Un ambiente ovale, rassicurante e avvolgente, che ricorda l’utero materno, dove lasciarsi andare e rilassarsi sdraiandosi sotto un cielo blu, colore del relax per eccellenza, contornato da morbidi cirri di nuvole. Il pavimento in legno vibra come un’enorme cassa armonica, in base alla musica o ai video trasmessi, producendo stimolazioni tattili attraverso le sollecitazioni alla spina dorsale e alle altre parti del corpo. La videoproiezione, con immagini personalizzate sulla base della terapia rievocativa, riattiva un pensiero felice, mentre la parete d’acqua permette d’interagire attraverso il cambiamento dei colori e il movimento delle bolle d’aria che si liberano verso il cielo. La hug armchair è una poltrona terapeutica espressamente progettata, con design unico e personalizzato, simulando un abbraccio rassicurante e contenitivo, gestito nella forza e nella pressione dall’utente stesso, soggetto abile del proprio benessere.

Naviga nella stanza!